Quote

Essere fedeli a se stessi.

Essere fedeli a se stessi.

Cosa vuol dire? Ipotizzo… essere e fare quel che è più vicino alla propria natura.
Ma la propria natura non è necessariamente sempre etica.
Quindi essere fedeli a se stessi può comportare un comportamento non etico?

E poi, cos’è l’etica nell’individuo? Una costruzione sociale (il Super-Io)? Un sentire interiore, personale?

Io propendo per un mix.
Sono però abbastanza sicura che una parte di quel che è costruzione sociale,
una parte che ci corrisponde, che sentiamo nostra, diventi, col tempo, un sentire interiore.

E’ quello il punto in cui ci si definisce come Esseri Umani, facenti parte di un gruppo sociale.
Non necessariamente del gruppo sociale maggioritario,
ma magari di un gruppo più ristretto di anime simili,
un gruppo che si riconosce.

Ce ne sono di tutti i tipi, veramente,
tanti ne ho anche attraversati…
gli studenti, i musicisti, gli artisti,
le donne lavoratrici… ora gli espatriati…

In questi attraversamenti ho sempre cercato di rimanere fedele a me stessa,
alla mia natura, fatta anche, profondamente, di etica.

Con qualche ribellione rock ovviamente.